domenica 20 luglio 2008

Le date dei Matrimoni

Ieri sera sono andato a cena con dei miei amici: una coppia appena sposata e un'altra che si sposerà il prossimo anno. Parlando del più e del meno, viene fuori la mia protesta per il fatto che dovrò/emo andare al matrimonio di un altro nostro amico (Alessandro n.d.r.). Ma non per il matrimonio in se per se, piuttosto perché ha avuto la brillante idea di sposarsi in una data in cui il clima sarà sicuramente favorevole: il 14 Agosto. Ma come si fa a sposarsi il 14 Agosto dico io!?! Immaginatevi di stare in Calabria, a 45° all'ombra, e di dovervi sposare in una chiesa senza aria condizionata. Pensate di essere lui, lo sposo, col suo bel vestito grigio scuro, un gilet sotto la giacca e una di quelle cravatte che potrebbero portare alla morte per asfissia. Ma soprattutto lei, leggiadra donzella di bianco vestita, con un velo lungo quanto la barca di Briatore. Quel velo che dovrete tenere sulla faccia per decine di minuti, quasi come foste un'apicoltrice, fino a quando il vostro futuro marito non si decida a togliervelo. E poi il bacio, quel bacio con bestemmia incorporata detta a mezza bocca e con il labbro superiore ormai fradicio di sudore. Mentre, a pochi passi, una leggiadra schiera di persone si fa il bagno, sorseggia un cocktail o sta giocando a Beach Volley. Immaginatevi la fine della cerimonia, quando chili di riso vi si attaccheranno al corpo e non si leveranno più. Poi, con vestito da cerimonia, immaginate di mettervi in spiaggia a farvi le foto, almeno per 1 ora, accanto a gente che prende il sole. Pieni di sabbia arrivate al ristorante. Dopo aver fatto la maratona passando tra i vari tavoli almeno 5 volte e aver mangiato per 50, montate in macchina e approdate finalmente a casa. Immaginate di essere lo sposo, che porta questo rinoceronte di 90 kg in braccio e abita al 7° piano. Immaginate di aprire la porta con l'ormai utopica speranza di fare sesso per la prima volta da sposati e, quando entrambi pensate che finalmente quel momento tanto atteso sia arrivato, vi ritrovate una bella sorpresa che IO vi ho riservato...una serie di bicchieri di carta pieni d'acqua che occupano ogni superficie calpestabile, dalla porta fino alla stanza da letto! Immaginate...

P.S. Riposati ora caro Alex...che il 14 Agosto arriverà prima di quanto credi! E io verro in costume al tuo matrimonio...e tu? Come sarai vestito?

8 commenti:

Anonimo ha detto...

è una data di merda rosafluido. meglio l'inverno sempre io odio questo posto per commentare ancora io meglio libero solo io

Emilio ha detto...

ehhhhhhhh?!!

Silvia ha detto...

esiste ancora la donna con il velo sul viso?

esiste ancora l'uomo che porta la donna in braccio a casa?

mmm diciamo che a me interessa solo se esiste un uomo... a parte questa futile cosa... l'unico dubbio che non ho più è il fatto che c'è ancora gente matta!!!!!

Emilio ha detto...

E pure tanta...

Frilizia ha detto...

L'idea dei bicchieri l'hai fregata da Silvius...Confessa!!!!

Emilio ha detto...

Si si! Mi ha dato un'idea geniale! ;)

Emy ha detto...

Volevo solo dire che il mio vestito non era bianco (di candido mi era rimasto poco... se non niente), non avevo il velo sulla faccia. Ero super scollata sia di dietro che di fronte. E non ho preteso che mi prendesse in braccio! Anche perche' a fine matrimonio era lui che aveva bisogno di essere accompagnato... non io. io reggo bene! Io ad un matrimonio in data 14 agosto... non ci andrei...

Emilio ha detto...

Ti è andata bene...purtroppo non posso dire di no...è una persona con cui sono cresciuto..